Published on Febbraio 9th, 2017 | by Staff

0

Come utilizzare l’olio di dattero sui capelli

In natura esistono davvero pochi oli vegetali in grado di garantire la protezione della chioma e, al tempo stesso, il rinforzo della fibra del capello. Nonostante in Europa e in Italia siano decisamente più utilizzati l’olio di Argan e l’olio di mandorle dolci, l’olio di dattero non solo può aggiungersi a questi prodotti con la sua azione rigenerante, ma può anche rappresentare da solo una straordinaria protezione per le fibre dei capelli e per il cuoio capelluto. Inoltre, trattandosi di un olio particolarmente efficace, sono numerosi i prodotti per la cura dei capelli che contengono, al loro interno, una percentuale di olio di dattero: pur non essendo ovviamente efficaci come l’olio di dattero puro, queste lozioni si rivelano comunque un toccasana per tutte le chiome. Vediamo come utilizzare l’olio di dattero sui capelli.

Utilizzare l’olio di dattero puro

La soluzione migliore per garantire alla propria chioma una lucentezza ed una morbidezza durevole, è utilizzare l’olio di dattero puro proveniente dal Burkina Faso. Il motivo è molto semplice: con questo tipo di olio, si avrà sempre la certezza della sua estrazione a freddo e, dunque, la possibilità di poter usufruire di tutte caratteristiche che lo hanno reso così famoso. Acquistando un prodotto commerciale, invece, è molto probabile che l’estrazione sia stata effettuata a caldo, andando ad inficiare sulle proprietà dell’olio di dattero. Nel caso sceglieste l’olio di dattero puro, vi basterà versare qualche goccia sui polpastrelli, applicandola nello specifico sul cuoio capelluto e sulle punte, andando così ad intervenire anche sulle radici. Quando utilizzarlo? Meglio dopo la doccia, possibilmente con i capelli ancora umidi.

Utilizzare i prodotti a base di olio di dattero

L’olio di dattero è presente anche in una quantità sconfinata di prodotti di bellezza: dagli shampoo alle lozioni post-doccia, non esiste un solo aspetto della cura del capello che non possa contare su un prodotto che contenga una percentuale di questo formidabile olio vegetale. Il più diffuso è ovviamente lo shampoo: in questo caso, il nostro consiglio è di acquistare un prodotto che contenga soprattutto olio di dattero, per evitare la presenza di additivi chimici che potrebbero guastarne gli effetti benefici. Se invece il vostro desiderio è quello di acquistare una maschera rigenerante per i capelli, cercate un prodotto che unisca il potere dell’olio di dattero a quello dell’arginina, dell’olio di mandorle dolci o di jojoba. In alternativa, createvi un impacco fai da te cospargendovi la testa di olio di dattero, massaggiando la cute e lasciando a riposo la testa per 40 minuti circa, coprendola con un asciugamano caldo.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑